L'importanza dei fiori

L'importanza dei fiori

Uno degli aspetti fondamentali di un matrimonio, è sicuramente la scelta dei fiori, che faranno da ornamento nel nostro giorno più bello.

Essi esprimono le nostre emozioni, i nostri desideri ed i nostri pensieri, per questo è importante scegliere quelli che più si adattano a noi.

Questa tradizione ha origine nella cultura araba, dove la sposa veniva ornata con fiori d’arancio come simbolo di purezza e fertilità.

In Italia questa usanza arriva tra il VII e il IX secolo d.C. durante l’invasione della Sicilia da parte dei Mori. Fiore molto usato ai tempi era il giglio che simboleggiava la purezza e il candore.

Oggi la scelta dei fiori viene fatta dagli sposi in base ai propri gusti personali, tenendo anche conto della stagionalità, per questo è anche importante affidarsi ad un professionista che ci aiuti a scegliere quelli più adatti per il bouquet, per la location e i vari accessori.

Esistono tantissime varietà di fiori, ma scopriamo insieme quali sono, di solito, i più scelti dagli sposi.

Fresia: fiore molto elegante e profumatissimo, adatto per gli allestimenti in chiesa o per la location, oltre che per il bouquet. Grazie alla sua particolare forma a spiga, dona un tocco di movimento alle nostre composizioni. In Italia nasce spontaneamente la fresia gialla, mentre, in Olanda, Svezia e Danimarca si coltivano molte varietà di fresia dai colori tenui.

Narciso: fiore dal profumo molto intenso, ha colorazioni nei toni del giallo e del bianco, ma esistono anche fiori rosati e aranciati. E’ caratterizzato da foglie basali lunghe e strette e da fiori bianchi con una corona gialla al centro. Ne esistono centinaia di specie ed ibridi.

Mughetto: uno tra i fiori più delicato e romantico. con piccolissimi fiori bianchi penduli in grappolo, dal profumo intenso. E’ costosissimo, e viene utilizzato più che altro per i bouquet.

Rosa: fiore must per eccellenza nei matrimoni, soprattutto perché è estremamente versatile e utilizzabile ovunque, per qualsiasi stile del matrimonio. In Italia, le più conosciute sono la rosa canina e la rosa gallica, ma le più utilizzate sono le Avalanche, la Tea e la Vendela dai colori variegati. A partire dagli anni ’70 si diffonde la rosa inglese, che nasce dagli incroci tra rose antiche, ibridi di Tea e Floribunda, creando un incanto di profumi e un’ampia rifioritura.

Ortensia: fiore solo di recente utilizzato in Italia nelle composizioni floreali, perché considerato dalla superstizione non adatto, in quanto visto come porta sfortuna. Nonostante ciò, adesso, è diventato uno dei fiori più richiesti. Di vari colori, ha la forma a cespuglio, costituita da tanti fiorellini. Estremamente versatile, ma anche costoso.

Calla: fiore molto delicato ed elegante, ideale per donare agli allestimenti, grazia, soavità e grande raffinatezza. Sono disponibili tutto l’anno ma hanno il loro picco tra inverno e primavera. Tante le tonalità e le forme che gli sposi possono scegliere, ma le più comuni sono le calle Mango e le Lily.

Tulipano: fiore semplice ed elegante per eccellenza. I mesi in cui possiamo trovarli sono tra dicembre e aprile. Essendo un fiore costoso, viene solitamente utilizzato per i bouquet della sposa o come fiore all’occhiello per lo sposo.

Anemoni: sono dei fiori dai colori vibranti e molto delicati. Sono disponibili in vari colori: blu, rosso, viola e bianco. Fiore, per lo più utilizzato per il periodo invernale.

Ranuncoli: fiori molto simili alle peonie, ma di dimensione più piccoli, questo fiore è davvero adorabile ed elegantissimo. Esistono diverse varietà di colori dalle tonalità più accese a quelle più delicate.

Peonia: uno dei fiori più belli usati nel matrimonio, ma poiché molto costoso, viene utilizzato per piccoli allestimenti come bouquet o fiore all’occhiello.  Sono fiori molto delicati, profumati e possiamo trovarli in diverse tonalità. Soffrono molto il caldo, per questo motivo vengono consigliati solitamente per il periodo primaverile.